Misteri 2012
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

pranzetto alla Camera

+6
cristian
morokan
Marek
Vudkos
NEMOR
Alaudae
10 partecipanti

Pagina 7 di 8 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Successivo

Andare in basso

Sorpreso Re: pranzetto alla Camera

Messaggio Da Arconte Segugio Ven 27 Apr - 6:33:04

pranzetto alla Camera - Pagina 7 207676
Arconte Segugio
Arconte Segugio
Staff misteri
Staff misteri

Utente SuperAttivo Utente SuperAttivo : Superattivo

Messaggio Personale sarà così... PERCHE' QUESTO E' IL MIO VOLERE!
Mio stato d'animo : felice

Animale Preferito : pranzetto alla Camera - Pagina 7 Chicken-32x32
Il mio Sesso : Maschio
La mia forza : pranzetto alla Camera - Pagina 7 2vci68j

Messaggi : 1310
Netiquette : pranzetto alla Camera - Pagina 7 WarnFull
Nazione : Italia
Data d'iscrizione : 18.11.11
Punti : 5617

Torna in alto Andare in basso

Sorpreso l'ultima idea di Monti: taglia sugli evasori...

Messaggio Da Alaudae Ven 27 Apr - 21:46:34

pranzetto alla Camera - Pagina 7 WANTED-300x225

di TONTOLO

L’idea di trasformare, un po’ alla cubana, tutti gli abitanti di questa penisola in delatori al servizio del “leader maximo” è parsa evidente sin dai tempi del ministro più piccolo del mondo, quel Renato Brunetta che aveva invitato i sindaci a vestire i panni degli occhiuti agenti del fisco, promettendo loro una lauta ricompensa per ogni euro sottratto agli evasori.

Ieri, ho appreso – leggendo Milano Finanza – che il diabolico Mario Monti ha elucubrato qualcosa di ancor peggiore e l’ha infilato nelle pieghe del decreto “liberalizzazioni”: la taglia sugli evasori. Riprendiamo la notizia dal quotidiano economico: “Si tratta, testualmente, dell’istituzione di un Premio alla lotta all’evasione fiscale, così recita il titolo dell’articolo ancora senza numero. Ecco il testo che sicuramente, se approvato, è destinato a far scoppiare un putiferio: «Qualora le sanzioni per violazioni delle leggi fiscali e tributarie siano casualmente riconducibili a una denuncia di un soggetto privato, al denunciante spetta una percentuale tra il 10 e il 30% della sanzione». La norma, che è allo studio dei tecnici e deve essere anche vistata dal ministero dell’Economia, precisa anche che ‘la percentuale è determinata in relazione alla quantità e alla qualità delle informazioni contenute nella denuncia’ e che non ‘si applica ai soggetti che hanno acquisito l’informazione in ragione del proprio ufficio pubblico o che hanno l’obbligo di denunciare l’illecito tributario’».

Quest’infame porcata, che manderà in sollucchero gli sbavatori d’invidia, trasformerà mezza Italia in un popolo di untori di manzoniana memoria. Me lo vedo già il sindacalista accidioso che, calcolatrice alla mano, si metterà a far di conto pensando quanto segue: “Se io denuncio quel padrone sfruttatore e borghese (e un po’ bastardo magari), qualora gli trovassero un milione di nero a me verrebbero in tasca ben 300.000 euro”.

Tutti contro tutti, insomma, come piace ai regimi veri, come meglio riesce fare allo Stato – per dirla con Bastiat – per continuare a spadroneggiare e schiavizzare i suoi derelitti sudditi.

Ormai, siamo all’incitamento all’odio di classe come neanche quegli “straccioni” di sessantottini erano riusciti a fare. Altro che lotta all’evasione fiscale.

Di fronte ad un governo canagliesco, composto da una sequela di nominati e di boiardi della burocrazia, i media non si sveneranno certo nel ricordare, a tambur battente, che la pressione fiscale italica è la più alta del mondo a fronte di servizi che nemmeno nel Burkina Faso sono indegni come quelli nostrani; che nel solo mese di maggio saranno 82 le scadenze fiscali; che le istruzioni per fare la dichiarazione dei redditi sono composte di 110 pagine; che la spesa pubblica e i benefit della casta di parassiti parlamentari sono intangibili; che la corruzione colloca il “belpaese di merda” in fondo alle classifiche delle nazioni incivili; che l’Imu è una gabella degna della tassa sulle finestre di medievale memoria; che gli imprenditori scappano e si suicidano; che le tasse indirette sono schizzate verso l’alto nell’ultimo decennio e, infine, che la manleva tributaria a livello locale è gravata da imposte cresciute del quasi 200% in quindici anni.

Niente affatto, i megafoni del “diktator Monti” continueranno raccontar balle sull’immoralità dell’evasione e i vari “Tinti-Goebbles” imperverseranno su tutti gli schermi per compiere, con ardore ed applicazione, il loro lavoro di mistificatori della realtà, vaneggiando di “tasse-belle”, solo perché ne va dei loro stipendi dorati.

Leggo che Monti potrebbe diventare – per via della perdita di credibilità dei partiti (che per inciso sono associazioni a delinquere) – il candidato leader di un raggruppamento di “moderati” in vista delle elezioni del 2013. Probabilmente, anche i servi sciocchi di Berlusconi sosterranno questa operazioni di maquillage politico. Per non saper né leggere né scrivere, io che son Tontolo consiglio loro di evitare di sforzarsi troppo nell’inventare nomi nuovi per il futuro movimento del premier, basterà che cambino un paio di consonanti alla vecchia “Forza Italia”, basterà che la chiamino “Fogna I-taglia”.

Questa democrazia farsesca – per dirla con Locke – impone una sola reazione: la rivolta, che – come ha scritto Max Stirner – “non attende le meraviglie delle istituzioni future. Essa è una lotta contro ciò che esiste”.

link
Alaudae
Alaudae
Moderatore Globale
Moderatore Globale

Utente SuperAttivo Utente SuperAttivo : Utente Superattivo

Messaggio Personale La verità si sottrae all'evidenza
attraverso la sua inverosimilità.

Eraclito, 500 aC
Mio stato d'animo : perplesso

Animale Preferito : pranzetto alla Camera - Pagina 7 Taiu0h
Il mio Sesso : Maschio
Segno Zodiacale : Sagittario Maiale
La mia forza : pranzetto alla Camera - Pagina 7 2vci68j

Messaggi : 14966
Età : 75
Netiquette : pranzetto alla Camera - Pagina 7 WarnFull
Località : Roma
Nazione : Italia
Data d'iscrizione : 26.06.09
Punti : 27112

Torna in alto Andare in basso

Sorpreso Anche il colosso Amica chips scappa dall'Italia

Messaggio Da Alaudae Lun 30 Apr - 15:04:36

pranzetto alla Camera - Pagina 7 03454_amica_chips«Con l'imposta sui cibi considerati non sani dovrei pagare un euro per ogni chilo di prodotto: 75 mila euro al giorno. Piuttosto vendo tutto a una multinazionale e me ne vado via dall'Italia».

È quanto afferma al Giornale, Alfredo Moratti, titolare del colosso degli snack, 'Amica chips'.

«L'Italia - protesta l'imprenditore - è ormai finita, spacciata. La gente non ha più voglia di lavorare e ai pochi che ce l'hanno ci pensa Monti a farla passare».

Moratti lamenta di «non trovare gli operai: i giovani non vogliono faticare» mentre sul governo aggiunge:

11.615

AZIENDE CHIUSE

NEL 2011


«Vogliono rendersi conto sì o no che gli operai guadagnano poco e a noi costano troppo?

Lo sanno che il 20 per cento dei miei dipendenti ha dovuto fare ricorso alla cessione del quinto dello stipendio per mantenere la famiglia?».


Fonte: leggo.it
link
Alaudae
Alaudae
Moderatore Globale
Moderatore Globale

Utente SuperAttivo Utente SuperAttivo : Utente Superattivo

Messaggio Personale La verità si sottrae all'evidenza
attraverso la sua inverosimilità.

Eraclito, 500 aC
Mio stato d'animo : perplesso

Animale Preferito : pranzetto alla Camera - Pagina 7 Taiu0h
Il mio Sesso : Maschio
Segno Zodiacale : Sagittario Maiale
La mia forza : pranzetto alla Camera - Pagina 7 2vci68j

Messaggi : 14966
Età : 75
Netiquette : pranzetto alla Camera - Pagina 7 WarnFull
Località : Roma
Nazione : Italia
Data d'iscrizione : 26.06.09
Punti : 27112

Torna in alto Andare in basso

Sorpreso “Sgoverno MONTI”: LIBERTA’ DI PENSIERO ADDIO

Messaggio Da Alaudae Lun 30 Apr - 15:12:50

pranzetto alla Camera - Pagina 7 A184

di Gianni Lannes



Finale di partita o dipartita finale? Un fatto è certo: la censura totale. La libertà di pensiero non è gradita a chi detiene il potere per conto terzi. Ora tocca ai blog: la democrazia va annichilita per sempre, tanto la popolazione italiana non reagirà mai, avranno pensato i maggiordomi dell’alta finanza e i soliti boiardi di Stato. Al totalitarismo soft del terzo millennio imposto da un potere straniero in salsetta tricolore, non basta controllare le leve dell’economia, le forze armate, la stragrande maggioranza degli organi di informazione o ricattare i morenti partiti. Adesso che iniziano a manifestarsi i veri effetti delle manovre governative, ovvero fallimenti di massa e suicidi a catena, spunta fuori la proposta ministeriale di Paola Severino:una regolamentazione per i diari liberi che navigano su internet. Niente di nuovo: ci aveva già provato il piduista di Arcore, con tessera 1816 rilasciata dalla loggia P 2 di Eugenio Cefis (il mandante degli omicidi Mattei, De Mauro ePasolini). Lo ha annunciato proprio il ministro della Giustizia, non eletta democraticamente, ma imposta con un golpe presidenziale – in barba alla Costituzione repubblicana e alla sovranità popolare – intervenendo al Festival del giornalismo di Perugia, evento già sponsorizzato dall’Enel con tanto di propaganda nuclearista. Nessun giornalista di fama ha reagito: l’atonia intellettuale è più che completa.


Un pretesto - «Il cittadino ha il diritto di interloquire con un altro cittadino – ha detto il guardasigilli abusivo – ma lo deve fare seguendo le regole: credo che questo sia un dovere di tutti, anche di chi scrive su un blog». «Il fatto di scrivere su un blog – ha aggiunto – non ti autorizza a scrivere qualunque cosa, soprattutto se stai trattando di diritti di altri. Ricordiamoci che i diritti di ciascuno di noi sono limitati dai diritti degli altri, io non posso intaccare il diritto di un'altra persona solo perché sono lasciato libero di esprimermi». Sui blog, in particolare, Severino ha sottolineato come «il problema non è vederli con sfavore ma reprimere gli abusi che vengono fatti, anche se su internet è più difficile. Non c’è un preconcetto – ha ribadito – ma questo mondo va regolamentato altrimenti si finisce nell’arbitrio». L’autentico problema italiano, almeno per il ministro è quello di reprimere i cosiddetti e presunti abusi. «Il giornale – ha detto la Severino – ha una sua consistenza cartacea. Il giornalista è individuabile e l’editore anche ed è dunque possibile intervenire. Il blog ha invece una diffusione assolutamente non controllata e non controllabile. E’ in grado di provocare dei danni estremamente più diffusi. Ecco perché bisogna vederne anche la parte oscura. E’ un fenomeno certamente positivo per certi aspetti ma nel quale si possono annidare anche cose negative (può essere un punto criminogeno). Questo mondo va regolamentato e pur nella spontaneità che ne rappresenta la caratteristica non può trasformarsi in arbitrio».

Senti chi sproloquia - «Il cittadino – ha spiegato il ministro – ha il diritto di interloquire con un altro cittadino ma lo deve fare anche lui seguendo le regole. Credo questo sia un dovere di tutti, anche di chi scrive sui blog. Il fatto di scrivere su un blog non ti autorizza a scrivere qualunque cosa soprattutto se stai trattando di diritti di altri. Ricordiamoci che i diritti di ciascuno di noi sono limitati da quelli degli altri. Non posso intaccarlo solo perché sono lasciato libero di scrivere. Mi devo sentire libero di scrivere e i blog hanno questa grandissima capacità di diffondere il pensiero in tempo reale, un grandissimo pregio che riconosco. Ma questo non deve far trasformare la libertà in arbitrio. Questa è una regola che tutti dovrebbero seguire». Del resto «è molto difficile» configurare un obbligo di rettifica per i blog.
Repentino l’intervento del deputato Massimo Donadi: «Il web è un patrimonio di tutti, è e deve restare libero. Siamo contrari a qualsiasi forma di censura sui blog, che sono fondamentali per la circolazione delle notizie, del pensiero e della cultura». «Non c’è bisogno di leggi restrittive perché le norme attuali già sono sufficienti contro la diffamazione e la circolazione di notizie false. I blog sono un esempio di libertà, un fenomeno culturale e informativo da coltivare e sostenere, non certo da controllare o imbavagliare. I blogger sono una risorsa, i problemi dell’informazione sono ben altri».

Tallone giudiziario - Secondo l’avvocato Severino «è nelle fasi interlocutorie delle indagini che più di frequente avviene la comunicazione e la diffusione della notizia». La selezione spetta quindi, secondo il ministro, al pubblico ministero o al giudice, a seconda dei momenti. «L’idea di base è lasciare al magistrato il compito di escludere le notizie che non sono rilevanti e attengono esclusivamente alla sfera personale delle persone interessate dal provvedimento, anche in quelle fasi nelle quali il provvedimento stesso viene consegnato alle parti» ha spiegato. In pratica quella cui sta pensando il ministro è una regolamentazione imperniata su tre cardini. Primo fra tutti la libertà della magistratura i secretare informazioni che metterebbero in crisi le indagini e allo stesso momento «salvaguardare la sfera personale». Perché, sostiene il ministro non è utile, neppure ai giudici, che si divulghino elementi non riconducibili alle indagini. I tre punti sono: «il diritto-dovere del giornalista di informare su fatti che hanno una rilevanza sociale, quello del magistrato di portare avanti le proprie indagini con una tutela della riservatezza indispensabile in alcune fasi e infine il diritto del cittadino, anche sotto indagine, di vedere pubblicate notizie che attengano all’inchiesta ma non esclusivamente la sua vita privata e anche di non vedere sui mezzi d’informazione contenuti di intercettazioni non rilevanti per il procedimento». Insomma, in questa ottica, dopo la sentenza decalogo dellaCassazione, saranno i magistrati a stabilire come e cosa scrivere o raccontare.

Addio articolo 21 - «I blog possono fare più danni dei giornali», ha detto Severino, accennando a una regolamentazione in sede di Unione europea per evitare che iprovider si possano trasferire in Paesi dove le maglie della legge sono più larghe. «Il cittadino ha il diritto di interloquire con un altro. Ma deve seguire le regole», ha detto la Severino. «Scrivere su un blog non autorizza a scrivere qualunque cosa, soprattutto se si sta trattando di diritti di altri. I blog hanno capacità di diffondere pensiero ma questo non deve trasformarsi in libertà di arbitrio», ha ripetuto Severino che appunto prevede presto una forma di regolamentazione. Anche se sarà «difficile pensare a un obbligo di rettifica nei blog». Sarebbe invece opportuno introdurre nel codice penale un nuovo reato: ossia l’ostacolo alla libera informazione. Una norma positiva per rafforzare la difesa di un diritto sancito dalla Costituzione e dalla carta fondamentali dei diritti europei.

Deriva pericolosa - Sereni e sorridenti e spensierati. Ridere senza pensare: è l’imperativo categorico. Ci vogliono come tifosi lobotomizzati, mentre ingiustizia, corruzione e mafie statali imperversano. Al popolo italiano vengono tenute nascoste verità inconfessabili, ad esempio la presenza sul suolo nazionale di centinaia di ordigni atomici targati USA, in violazione del Trattato internazionale di non proliferazione nucleare (TNP). Al popolo italiano vengono tenute nascoste da più di mezzo secolo le cose essenziali per la libertà. Per dirla con il grande presidenteSandro Pertini: «Libertà e giustizia sociale costituiscono un binomio inscindibile». A quando la concretezza di una nuova resistenza che salvaguardi le libertà e i diritti fondamentali? L’Italia, come abbastanza noto, è al 75° posto della classifica mondiale della libertà d’informazione. Vogliono farci retrocedere all’ultimo gradino planetario con tanto di decreto governativo? Il peggio, forse deve ancora arrivare: il Parlamento è stato già platealmente esautorato da ogni facoltà. Ci vogliono sudditi, non cittadini e così tentano di privarci anche della libertà d’opinione. Non dimentichiamo che in punta di diritto costituzionale, il governo Monti è privo di autorità legittima, in quanto non sottoposto al voto democratico, ovvero alla sovranità popolare. Allora: congediamo pacificamente Monti Mario e la sua banda di autoritari burocrati, prima che l’addomesticamento in atto dia i suoi frutti più deleteri.


Fonte: http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2012/04/sgoverno-monti-liberta-di-pensiero.html
link
Alaudae
Alaudae
Moderatore Globale
Moderatore Globale

Utente SuperAttivo Utente SuperAttivo : Utente Superattivo

Messaggio Personale La verità si sottrae all'evidenza
attraverso la sua inverosimilità.

Eraclito, 500 aC
Mio stato d'animo : perplesso

Animale Preferito : pranzetto alla Camera - Pagina 7 Taiu0h
Il mio Sesso : Maschio
Segno Zodiacale : Sagittario Maiale
La mia forza : pranzetto alla Camera - Pagina 7 2vci68j

Messaggi : 14966
Età : 75
Netiquette : pranzetto alla Camera - Pagina 7 WarnFull
Località : Roma
Nazione : Italia
Data d'iscrizione : 26.06.09
Punti : 27112

Torna in alto Andare in basso

Sorpreso Un milione di immigrati ha fatto la valigia...

Messaggio Da Alaudae Lun 30 Apr - 21:27:57

di Riccardo Galli

pranzetto alla Camera - Pagina 7 Immigrati_italia-300x225
Lapresse

ROMA – A settembre del 2011 erano 4 milioni 968 mila, un mese dopo, ad ottobre, l’Istat ne ha censiti 3 milioni 800 mila. Sono gli immigrati residenti nel nostro Paese. Che fine ha fatto quel milione e passa che manca all’appello? La prima indagine era condotta sì dall’Istat, ma in collaborazione con la Caritas, e avrà quindi questa rivelazione trovato anche immigrati che al censimento ufficiale hanno preferito nascondersi, magari perché in possesso di regolare permesso di soggiorno, ma non di “regolare” domicilio. Ma in realtà quel milione di “assenti” fotografa altro: fotografa la crisi. L’Italia comincia a non esser più un paese così allettante in quanto a prospettive di lavoro. Quindi meglio tornare a casa o cercar fortuna altrove, questo il motivo e la spiegazione della discrepanza tra i due dati.
continua
Alaudae
Alaudae
Moderatore Globale
Moderatore Globale

Utente SuperAttivo Utente SuperAttivo : Utente Superattivo

Messaggio Personale La verità si sottrae all'evidenza
attraverso la sua inverosimilità.

Eraclito, 500 aC
Mio stato d'animo : perplesso

Animale Preferito : pranzetto alla Camera - Pagina 7 Taiu0h
Il mio Sesso : Maschio
Segno Zodiacale : Sagittario Maiale
La mia forza : pranzetto alla Camera - Pagina 7 2vci68j

Messaggi : 14966
Età : 75
Netiquette : pranzetto alla Camera - Pagina 7 WarnFull
Località : Roma
Nazione : Italia
Data d'iscrizione : 26.06.09
Punti : 27112

Torna in alto Andare in basso

Sorpreso Libero: “Fini spende 200 mila euro l’anno per il fotografo personale”

Messaggio Da Alaudae Lun 30 Apr - 21:50:35

pranzetto alla Camera - Pagina 7 Gianfranco-Fini-9

ROMA – Un articolo pubblicato dal quotidiano Libero a firma Franco Bechis, racconta che il presidente della Camera Gianfranco Fini ha speso nel 2011 ben 201mila euro per farsi fotografare da Enrico Para, il suo fotografo personale. Il giornale diretto da Bnelpietro svela che a pagare per questo particolare servizio sarebbero i contribuenti italiani.

Si deve piacere un fracco il presidente della Camera, visto che per le sue foto ha fatto sborsare (ai contribuenti, mica paga lui) la bellezza di 201.014,44 euro l’anno scorso”.

“A tanto ammontano le fatture pagate nel primo e nel secondo semestre alla Impero Fotografico srl di Para (che ne è il proprietario insieme alla moglie, anche lei fotografa). Nel primo semestre una fattura da 73.075,20 euro, e una da 34.449,60 euro. Nel secondo semestre la terza fattura, da 93.489,64 euro. Per Fini dunque il 2011 è stato l’anno del Gran Pavone, e per il fido Para l’anno della cuccagna. L’anno prima, secondo i dati rivelati dai soliti radicali e messi a disposizione dei contribuenti su Linked Open data Italia alla Impero fotografico srl erano stati pagati in tutto 76.692 euro. In un anno dunque la cifra è quasi triplicata.

articolo ed immagini
Alaudae
Alaudae
Moderatore Globale
Moderatore Globale

Utente SuperAttivo Utente SuperAttivo : Utente Superattivo

Messaggio Personale La verità si sottrae all'evidenza
attraverso la sua inverosimilità.

Eraclito, 500 aC
Mio stato d'animo : perplesso

Animale Preferito : pranzetto alla Camera - Pagina 7 Taiu0h
Il mio Sesso : Maschio
Segno Zodiacale : Sagittario Maiale
La mia forza : pranzetto alla Camera - Pagina 7 2vci68j

Messaggi : 14966
Età : 75
Netiquette : pranzetto alla Camera - Pagina 7 WarnFull
Località : Roma
Nazione : Italia
Data d'iscrizione : 26.06.09
Punti : 27112

Torna in alto Andare in basso

Sorpreso In Italia la disoccupazione è ormai un allarme

Messaggio Da Alaudae Mar 1 Mag - 19:56:42

pranzetto alla Camera - Pagina 7 03455_1_maggio_festa_disoccupati

Dati preoccupanti per un Primo Maggio in cui il lavoro per molti è un miraggio. Confermando sostanzialmente i recenti dati dell’Istat, ieri l’Ilo (l’Organizzazione internazionale del Lavoro, l’agenzia Onu che si occupa appunto del lavoro) ha diffuso il suo report. La scheda che illustra la situazione italiana evidenzia così un crollo del mercato del lavoro nel quarto trimestre del 2011.

Con un tasso di disoccupazione «ufficiale» che raggiunge quota 9,7% (pari a 2,1 milioni di persone che cercano e non trovano un impiego). Ma che considerando i 250mila lavoratori in cassa integrazione potrebbe anche superare la soglia del 10%. Scende anche il tasso di occupazione nella fascia 15-64 anni, al 56,9%.

In più, dice sempre il report Ilo, bisogna fare i conti con l’«allarmante» situazione dei cosiddetti Neet, ovvero le persone Not in Education, Employment or Training, cioè che non studiano, non lavorano e non sono neanche in formazione. Si tratta di quasi 1,5 milioni di italiani. Per quanto riguarda i giovani, la disoccupazione risulta pari al 32,6%, più che raddoppiata dall’inizio del 2008.

I lavoratori che non cercano più lavoro perché «scoraggiati» hanno raggiunto il 5% del totale della forza lavoro, mentre i disoccupati di lunga durata rappresentano il 51,1% dei disoccupati totali. «Seri problemi» esistono anche riguardo alla qualità dei posti di lavoro creati. Dall’inizio della crisi, la proporzione dell’occupazione a tempo determinato e a tempo parziale è aumentata fino a raggiungere rispettivamente il 13,4% e il 15,2% dell’occupazione totale.

pranzetto alla Camera - Pagina 7 03456_lavoro

Inoltre, il 50% del lavoro a tempo parziale e il 68% del lavoro a tempo determinato non è frutto della libera scelta dei lavoratori, ma è una condizione imposta dall’impossibilità di trovare un impiego migliore e più stabile. Nel suo rapporto generale l’Ilo non manca di sottolineare come le recenti misure di austerità rischino «di alimentare ulteriormente il ciclo di recessione e di rinviare ancora l’inizio della ripresa economica e il risanamento fiscale».

Infatti, la ripresa viene frenata dalla contrazione del consumo privato; e «tale contrazione è aggravata dal fatto che gli stipendi crescono meno velocemente rispetto all’inflazione». La priorità secondo l’agenzia Onu è quella di «trovare un equilibrio sostenibile tra risanamento fiscale e ripresa dell’occupazione. Secondo l’Organizzazione internazionale del lavoro, infine, nel 2012 la disoccupazione nel mondo colpirà 202 milioni di individui proprio a causa dei contraccolpi delle misure di austerità messe in atto in diversi paesi. Nel 2013 il tasso mondiale sarà del 6,3%.

Numeri allarmanti in un Primo Maggio pesantemente segnato da una crisi, iniziata nel 2008 e di cui, dopo più di quattro anni, non si vede la conclusione. «Sarà il primo maggio - dice il leader della Cgil Susanna Camusso - di un Paese in cui le persone sono sempre più preoccupate della disoccupazione, della difficoltà di reggere con il reddito a disposizione. Ma non c’è un declino ineluttabile, non ci rassegniamo».

Il segretario della Cisl Raffaele Bonanni esprime preoccupazione per la «miscela esplosiva» che si sta creando. «La gente - spiega - è stanca di fare sacrifici, senza un segnale altrettanto chiaro da parte delle istituzioni e della politica. Vogliamo un patto per la crescita in cui tutti facciano la propria parte per favorire il rilancio degli investimenti».

«Il principale messaggio - conclude Luigi Angeletti, leader della Uil - è che bisogna ridurre le tasse sulle buste paga, lo strumento più importante per evitare l’acuirsi della recessione e quindi della perdita dei posti di lavoro».

www3.lastampa.it
link
Alaudae
Alaudae
Moderatore Globale
Moderatore Globale

Utente SuperAttivo Utente SuperAttivo : Utente Superattivo

Messaggio Personale La verità si sottrae all'evidenza
attraverso la sua inverosimilità.

Eraclito, 500 aC
Mio stato d'animo : perplesso

Animale Preferito : pranzetto alla Camera - Pagina 7 Taiu0h
Il mio Sesso : Maschio
Segno Zodiacale : Sagittario Maiale
La mia forza : pranzetto alla Camera - Pagina 7 2vci68j

Messaggi : 14966
Età : 75
Netiquette : pranzetto alla Camera - Pagina 7 WarnFull
Località : Roma
Nazione : Italia
Data d'iscrizione : 26.06.09
Punti : 27112

Torna in alto Andare in basso

Sorpreso GRILLO A JESI : IL POSTERIORE VE LO SALVATE DA SOLI, NON ASPETTATE CHE LO FACCIANO LORO

Messaggio Da Alaudae Lun 14 Mag - 17:27:04



Il Grande Oscar Giannino su Radio 24, puntata del (05-05-2012).
Una voce controcorrente, che - giustamente - non si allinea all'informazione di regime.
Lo voglio Ministro delle Finanze!

Link originale:
https://www.facebook.com/photo.php?v=3874679155116
Alaudae
Alaudae
Moderatore Globale
Moderatore Globale

Utente SuperAttivo Utente SuperAttivo : Utente Superattivo

Messaggio Personale La verità si sottrae all'evidenza
attraverso la sua inverosimilità.

Eraclito, 500 aC
Mio stato d'animo : perplesso

Animale Preferito : pranzetto alla Camera - Pagina 7 Taiu0h
Il mio Sesso : Maschio
Segno Zodiacale : Sagittario Maiale
La mia forza : pranzetto alla Camera - Pagina 7 2vci68j

Messaggi : 14966
Età : 75
Netiquette : pranzetto alla Camera - Pagina 7 WarnFull
Località : Roma
Nazione : Italia
Data d'iscrizione : 26.06.09
Punti : 27112

Torna in alto Andare in basso

Sorpreso Boato per gol Italia interrompe Monti e Hollande

Messaggio Da picard Dom 17 Giu - 17:45:08

Palazzo Chigi, 14 Giugno 2012.
I nostri parlamentari interessatissimi si preoccupano di risolvere la crisi con un incontro congiunto tra Italia-Francia.
Alcuni, però, seguivano un altro incontro. . . Italia-Croazia agli Europei di calcio.


picard
picard
Friends
Friends

Utente SuperAttivo Utente SuperAttivo : Superattivo

Messaggio Personale Lunga vita e Prosperità
Mio stato d'animo : felice

Animale Preferito : pranzetto alla Camera - Pagina 7 64qhqw10
Il mio Sesso : Maschio
Segno Zodiacale : Acquario Maiale
La mia forza : pranzetto alla Camera - Pagina 7 9jzkfa

Messaggi : 62
Età : 39
Netiquette : pranzetto alla Camera - Pagina 7 WarnFull
Località : Piemonte
Nazione : Italia
Data d'iscrizione : 07.04.12
Punti : 4049

Torna in alto Andare in basso

Sorpreso Re: pranzetto alla Camera

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 7 di 8 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Successivo

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.