Misteri 2012
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Eliseo come antesignano di Gesù?

Andare in basso

curiosità Eliseo come antesignano di Gesù?

Messaggio Da Alaudae Sab 8 Set - 17:06:10

Eliseo come antesignano di Gesù? Eliasyeliseo

Leggendo e rileggendo i libri del cosiddetto Vecchio Testamento ed altri libri sapienziali della tradizione ebraica, si trovano fin troppi elementi che vengono poi ripresi nei vangeli canonici: in particolare nel Vecchio Testamento troviamo visioni e descrizioni apocalittiche che richiamano quelle delle profezie di Gesù e dell’apocalisse di Giovanni, così come troviamo biografie di santi che fanno ogni sorta di miracoli (alla stregua del Gesù evangelico), che moltiplicano i pani e resuscitano i morti.

La descrizione biblica delle gesta dei profeti somiglia fin troppo ai racconti popolari delle vite dei santi cristiani di epoca successiva, ma in particolare ricorda molto da vicino la descrizione della vita di Gesù che leggiamo nei vangeli. È notevole il fatto che anche l’appellativo “figlio dell’uomo” (che secondo i vangeli Gesù utilizza per indicare se stesso) viene utilizzato alla stessa maniera dal profeta Ezechiele (vedi Ezechiele capitolo 2, versetti 1-3)

[1]Mi disse: «Figlio dell'uomo, alzati, ti voglio parlare». [2]Ciò detto, uno spirito entrò in me, mi fece alzare in piedi e io ascoltai colui che mi parlava. [3]Mi disse: «Figlio dell'uomo, io ti mando agli Israeliti, a un popolo di ribelli, che si sono rivoltati contro di me.

Anche il discorso sulle beatidudini ha radici nella tradizione ebraica come si può notare da diversi brani del Vecchio Testamento che richiamano da vicino quel discorso sugli ultimi che diventano primi; un esempio tra i tanti è il Cantico di Anna nel Primo Libro di Samuele (capitolo 2 versetti 1-10) nel quale leggiamo ad esempio:

[4]L'arco dei forti s'è spezzato,
ma i deboli sono rivestiti di vigore.
[5]I sazi sono andati a giornata per un pane,
mentre gli affamati han cessato di faticare.
La sterile ha partorito sette volte
e la ricca di figli è sfiorita.
[6]Il Signore fa morire e fa vivere,
scendere agli inferi e risalire.

In questo articolo ci soffermieremo sulla figura del profeta Eliseo, descritta nel Secondo Libro dei Re della Bibbia.

Eliseo come antesignano di Gesù? Eliseo

La storia di Eliseo inizia nel secondo capitolo, laddove si legge del profeta Elia che viene rapito in cielo (tipico volo sciamanico, con tanto di carri di fuoco e turbine di vento che solleva il “rapito”, esperienze/visioni che con qualche modifica troviamo ai giorni d’oggi nelle persone che affermano di essere stati rapiti in cielo, non dal Signore ma dagli alieni). Proprio nell’abbandonare la vita terrena per quella celeste Elia avrebbe concesso ad Eliseo (su richiesta di Eliseo stesso) “due terzi del proprio spirito”. Forse potremmo ipotizzare in termini più prosaici che Elia ha designato Eliseo come proprio successore, magari dopo avergli insegnato certe tecniche ed avergli conferito gli insegnamenti iniziativi che permettono di gestire certi poteri (presumibilmente di natura sciamanica in senso lato). Qui sotto i versetti 9-15 del secondo capitolo del libro:

[9]Mentre passavano, Elia disse a Eliseo: «Domanda che cosa io debba fare per te prima che sia rapito lontano da te». Eliseo rispose: «Due terzi del tuo spirito diventino miei». [10]Quegli soggiunse: «Sei stato esigente nel domandare. Tuttavia, se mi vedrai quando sarò rapito lontano da te, ciò ti sarà concesso; in caso contrario non ti sarà concesso». [11]Mentre camminavano conversando, ecco un carro di fuoco e cavalli di fuoco si interposero fra loro due. Elia salì nel turbine verso il cielo. [12]Eliseo guardava e gridava: «Padre mio, padre mio, cocchio d'Israele e suo cocchiere». E non lo vide più. Allora afferrò le proprie vesti e le lacerò in due pezzi. [13]Quindi raccolse il mantello, che era caduto a Elia, e tornò indietro, fermandosi sulla riva del Giordano.
[14]Prese il mantello, che era caduto a Elia, e colpì con esso le acque, dicendo: «Dove è il Signore, Dio di Elia?». Quando ebbe percosso le acque, queste si separarono di qua e di là; così Eliseo passò dall'altra parte. [15]Vistolo da una certa distanza, i figli dei profeti di Gerico dissero: «Lo spirito di Elia si è posato su Eliseo». Gli andarono incontro e si prostrarono a terra davanti a lui.


Eliseo come antesignano di Gesù? Eliseo2

Subito dopo Eliseo inizia a fare miracoli, rendendo fertili le terre di una città e rendendone salubri le acque. Il mezzo per ottenere ciò è un tipico esempio di “magia bianca”, come è descritto nei versetti 19-22 del secondo capitolo (Secondo Libro dei Re):

[19]Gli abitanti della città dissero a Eliseo: «Ecco è bello soggiornare in questa città, come tu stesso puoi constatare, signore, ma l'acqua è cattiva e la terra è sterile». [20]Ed egli disse: «Prendetemi una pentola nuova e mettetevi del sale». Gliela portarono. [21]Eliseo si recò alla sorgente dell'acqua e vi versò il sale, pronunziando queste parole: «Dice il Signore: Rendo sane queste acque; da esse non si diffonderanno più morte e sterilità». [22]Le acque rimasero sane fino ad oggi, secondo la parola pronunziata da Eliseo.

Eliseo tuttavia non era un tipo molto simpatico e socievole, anzi era una persona alquanto presuntuosa che non conosceva l’umiltà, e sapeva essere persino crudele e vendicativo oltre ogni limite fino ad uccidere 42 fanciulli con una mortale maledizione (questo secondo il testo biblico che ne narra la storia s’intende, ma ben sappiamo come tutte le storie dei santi ingigantiscono, esagerano, inventano ed aggiungono particolari inventati a quella che è la storia reale, in fondo anche di Gesù - nei vangeli apocrifi - si raccontano storie di vendette crudeli e a dir poco spropositate). Questo episodio viene narrati nei versetti successivi (capitolo 2, 23-24):

[23]Di lì Eliseo andò a Betel. Mentre egli camminava per strada, uscirono dalla città alcuni ragazzetti che si burlarono di lui dicendo: «Vieni su, pelato; vieni su, calvo!». [24]Egli si voltò, li guardò e li maledisse nel nome del Signore. Allora uscirono dalla foresta due orse, che sbranarono quarantadue di quei fanciulli.

Nel capitolo 3 del medesimo libro leggiamo come Eliseo, in occasione di una delle tante guerre condotte da Israele contro i proprio vicini (questa volta i Moabiti) si fece interprete della volontà di Dio profetando la distruzione dei nemici di Israele ed esortando i vincitori a compiere azioni riprovevoli e disgustose (delle due l’una: o costui non era santo, o era così ingenuo da prendere per volontà divina il volere di un demone)

[18]Ciò è poca cosa agli occhi del Signore; egli metterà anche Moab nelle vostre mani. [19]Voi distruggerete tutte le fortezze e tutte le città più importanti; abbatterete ogni albero e ostruirete tutte le sorgenti d'acqua; rovinerete ogni campo fertile riempiendolo di pietre».

Eliseo come antesignano di Gesù? Pani+e+pesci

Nel capitolo 4 possiamo leggere di altri miracoli di Eliseo, che aiuta una vedova a estinguere i suoi debiti moltiplicando le sue provviste di olio (la similitudine con l’episodio evangelico della moltiplicazione dei pani e dei pesci è fin troppo evidente). In seguito egli reca il dono della maternità ad una vecchia e pia signora, e quando il bambino muore lo resuscita (né più e né meno di come avrebbe fatto più volte Gesù secondo il racconto dei vangeli). Poi ancora rende commestibili dei frutti velenosi e con quelli sfama gli abitanti di una regione ove imperversa una carestia. Alla fine (udite udite!) moltiplica i pani! (capitolo 4, versetti 42-44):

[42]Da Baal-Salisa venne un individuo, che offrì primizie all'uomo di Dio, venti pani d'orzo e farro che aveva nella bisaccia. Eliseo disse: «Dallo da mangiare alla gente». [43]Ma colui che serviva disse: «Come posso mettere questo davanti a cento persone?». Quegli replicò: «Dallo da mangiare alla gente. Poiché così dice il Signore: Ne mangeranno e ne avanzerà anche». [44]Lo pose davanti a quelli, che mangiarono, e ne avanzò, secondo la parola del Signore.

Nel capitolo 5 leggiamo che Eliseo ha guarito di un lebbroso, operando lo stesso tipo di miracolo attribuito a Gesù dai vangeli, e che in seguito ha mandato la lebbra stessa per punire un suo servo avido di denaro.

Infine (capitolo 6) Eliseo cattura un intero contingente militare arameo (grazie a grandi prodigi inviati dal Signore su sua richiesta), e profetizza correttamente diversi avvenimenti che sarebbero avvenuti in un futuro più o meno prossimo.

Finalmente al capitolo 23 leggiamo della morte leggendaria del santo profeta Eliseo, che curiosamente non viene assunto in cielo ma muore di una malattia che egli non sa o non vuole curare. Ma seppure malato trova la forza di compiere il solito prodigio, la solita magia che permette al re di Israele di sconfiggere il nemico:

[14]Quando Eliseo si ammalò della malattia di cui morì, Ioas re di Israele, sceso a visitarlo, scoppiò in pianto davanti a lui, dicendo: «Padre mio, padre mio, carro di Israele e sua cavalleria». [15]Eliseo gli disse: «Prendi arco e frecce». Egli prese arco e frecce. [16]Aggiunse al re di Israele: «Impugna l'arco». Quando il re l'ebbe impugnato, Eliseo mise la mano sulla mano del re, [17]quindi disse: «Apri la finestra verso oriente». Aperta che fu la finestra, Eliseo disse: «Tira!». Ioas tirò. Eliseo disse: «Freccia vittoriosa per il Signore, freccia vittoriosa su Aram. Tu sconfiggerai, fino allo sterminio, gli Aramei in Afek». [18]Eliseo disse: «Prendi le frecce». E quando quegli le ebbe prese, disse al re di Israele: «Percuoti con le tue frecce la terra» ed egli la percosse tre volte, poi si fermò. [19]L'uomo di Dio s'indignò contro di lui e disse: «Avresti dovuto colpire cinque o sei volte; allora avresti sconfitto l'Aram fino allo sterminio; ora, invece, sconfiggerai l'Aram solo tre volte».

E dopo avere abbandonato definitivamente questa terra Eliseo riesce lo stesso a compiere miracoli per mezzo delle sue reliquie che resuscitano un uomo:

[20]Eliseo morì; lo seppellirono. All'inizio dell'anno nuovo irruppero nel paese alcune bande di Moab. [21]Mentre seppellivano un uomo, alcuni, visto un gruppo di razziatori, gettarono il cadavere sul sepolcro di Eliseo e se ne andarono. L'uomo, venuto a contatto con le ossa di Eliseo, risuscitò e si alzò in piedi.

Come vedete il culto delle reliquie dei santi ha origini antichissime.
---------------------------------------------------------------

Questo articolo è stato scritto alla fine dell'ennesima giornata di ordinario avvelenamento del cielo, con numerose scie di enorme larghezza e persistenza che hanno coperto il cielo sin dal primo mattino. C'è chi riesce a sopportare questo orribile scempio ponendo la propria speranza nella mano di un Dio che farà trionfare la giustizia alla fine della grande tribolazione.

Questo Dio però non è mai intervenuto a fermare la mano degli assassini nel corso degli ultimi 2 secoli di massacri militari e di guerre mondiali; non vedo perché dovrebbe impietosirsi proprio adesso. Anzi vedo accumularsi le prove che mostrano come molte profezie o cosiddette "canalizzazioni" sono gestite proprio da quelle entità che stanno realizzando i loro progetti di morte, di sterminio e di sopraffazione.

Ecco perché ci sono alcune profezie che si avverano con grande precisione. La gente che crede all'ineluttabilità di queste profezie, per altro, non fa che dare ulteriore potere ai nostri sopraffattori.
link
Alaudae
Alaudae
Moderatore Globale
Moderatore Globale

Utente SuperAttivo Utente SuperAttivo : Utente Superattivo

Messaggio Personale La verità si sottrae all'evidenza
attraverso la sua inverosimilità.

Eraclito, 500 aC
Mio stato d'animo : perplesso

Animale Preferito : Eliseo come antesignano di Gesù? Taiu0h
Il mio Sesso : Maschio
Segno Zodiacale : Sagittario Maiale
La mia forza : Eliseo come antesignano di Gesù? 2vci68j

Messaggi : 14966
Età : 75
Netiquette : Eliseo come antesignano di Gesù? WarnFull
Località : Roma
Nazione : Italia
Data d'iscrizione : 26.06.09
Punti : 27107

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.