Misteri 2012
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Il triangolo delle Bermude. parte1 di 11

3 partecipanti

Andare in basso

Il triangolo delle Bermude. parte1 di 11 Empty Il triangolo delle Bermude. parte1 di 11

Messaggio Da cristian Gio 5 Nov - 13:44:06


ho ripescato questo video che ho visto un po di tempo fa, da gustare per bene con una birra ghiacciata e patatine Il triangolo delle Bermude. parte1 di 11 434924
cristian
cristian
Staff misteri
Staff misteri

Messaggio Personale nonmellodirmello@yahoo.it
Mio stato d'animo : spaventato

Animale Preferito : Il triangolo delle Bermude. parte1 di 11 K4awoy
Il mio Sesso : Maschio
Segno Zodiacale : Gemelli Scimmia
La mia forza : Il triangolo delle Bermude. parte1 di 11 34e68vb

Messaggi : 3656
Età : 42
Netiquette : Il triangolo delle Bermude. parte1 di 11 WarnFull
Località : barcellona/spagna
Nazione : Italia
Data d'iscrizione : 16.06.09
Punti : 9124

http://............................

Torna in alto Andare in basso

Il triangolo delle Bermude. parte1 di 11 Empty LE ROVINE SOMMERSE NEL TRIANGOLO DELLE BERMUDE.

Messaggio Da Arconte Segugio Gio 26 Apr - 7:22:21

LE ROVINE SOMMERSE NEL TRIANGOLO DELLE BERMUDE

di Giovanni Pellegrino

Come tutti sanno il Triangolo delle Bermude può essere considerato uno dei luoghi più misteriosi che esistono nel globo terrestre poiché in tale zona geografica sono concentrati numerosissimi misteri certamente non ancora risolti e non facilmente risolvibili nemmeno in futuro nonostante che su di essi siano stati scritti innumerevoli libri ed un numero non facilmente quantificabile di articoli. Prima di affrontare in questo articolo il mistero delle rovine sommerse nelle acque del Triangolo delle Bermude riteniamo opportuno fare un sintetico elenco dei numerosi misteri collegabili al Triangolo delle Bermude: le misteriose luci apparse a Cristoforo Colombo nel cielo mentre si trovava nelle vicinanze di El Salvador, le misteriose sparizioni di navi, aerei e persino sommergibili, le inspiegabili profezie e visioni di Edgar Cayce riguardanti Atlantide, le rovine sommerse trovate nel Triangolo delle Bermude, il mistero di Atlantide, il mistero degli Ufo, il mistero degli universi paralleli, l’anomalo comportamento della bussola che in questa zona del globo terrestre indica con il suo ago il nord geografico e non il nord magnetico, l’apparizione di navi fantasma che fecero si che questo tratto di mare fosse soprannominato da molti marinai dei secoli scorsi “il mare del Diavolo”. CONTINUA...

estratto dal sito: NEXUS EDIZIONI
Arconte Segugio
Arconte Segugio
Staff misteri
Staff misteri

Utente SuperAttivo Utente SuperAttivo : Superattivo

Messaggio Personale sarà così... PERCHE' QUESTO E' IL MIO VOLERE!
Mio stato d'animo : felice

Animale Preferito : Il triangolo delle Bermude. parte1 di 11 Chicken-32x32
Il mio Sesso : Maschio
La mia forza : Il triangolo delle Bermude. parte1 di 11 2vci68j

Messaggi : 1310
Netiquette : Il triangolo delle Bermude. parte1 di 11 WarnFull
Nazione : Italia
Data d'iscrizione : 18.11.11
Punti : 5547

Torna in alto Andare in basso

Il triangolo delle Bermude. parte1 di 11 Empty Il mistero del Ma.No.Umi

Messaggio Da Alaudae Sab 28 Apr - 11:34:10

Il triangolo delle Bermude. parte1 di 11 Mare-del-diavolo_thumb4
Il Ma.No.Umi, misterioso e poco conosciuto
” triangolo delle Bermuda del sud-est asiatico”,
noto anche come “Il triangolo del Drago”.


di Gabriele Zaffiri

Col termine giapponese “Ma.No.Umi”, “Mare del Drago”, si indica un settore dell’Oceano Pacifico a forma di triangolo che va dalla baia di Tokyo, passa per le isole Ogasawara, arriva fino alle isole di Guam e Yap, per poi risalire fino alla stazione di misurazione Nojima-Zaki, a Tokyo, il quale, trovandosi agli antipodi del Triangolo della Bermude, sarebbe conosciuto dai locali pescatori da più di mille anni. Tale triangolo del Drago costuisce una delle zone al mondo con una maggior quantità di deviazioni dell’ago magnetico, di disfunzioni e interruzioni alle comunicazioni radio, di improvvise apparizioni di ondate gigantesche, di uragani intensi, improvvisi e ben localizzate, di grossi vortici e di improvvise e dense nebbie ben localizzate. E oltre a tutto questo sarebbero state segnalate la scomparsa di innumerevoli aerei, navi e sommergibili, insieme agli equipaggi e agli eventuali passeggeri. Da sottolineare l’enorme numero di sommergibili sovietici con testate nucleari scomparsi in tali acque del Pacifico; vediamone alcuni nel dettagliato box allegato:

Data scomparsa- Classe- Propulsione- Località- Perdite
aprile del 1968- Golf- diesel/elettrico- nord-ovest del Giappone- 86 morti
1970- Alfa- nucleare- mare del Giappone- ignoto
1971- Yankee- nucleare- presso l’isola di Guam- nessun superstite
settembre 1974- Golf 2- diesel/elettrico- sud-ovest del Giappone- nessun superstite
novembre 1976- Foxtrot- diesel/elettrico- mar del Giappone- nessun superstite
1977- non identificato- nucleare- mar della Cina meridionale- ignoto
agosto 1980- Echo 1- nucleare- mar del Giappone- ignoto
ottobre 1981- Whiskey- diesel/elettrico- nord-ovest del Giappone- ignoto
settembre 1983- Charlie- nucleare- mar del Giappone- 90 morti
marzo 1984- Victor 1- nucleare- a ovest del Giappone- ignoto
settembre 1984- Echo 2- nucleare- 60 miglia a ovest del Giappone- ignoto
settembre 1984- Golf 2- diesel/elettrico- a nord-ovest di Okinawa- ignoto
gennaio 1986- Echo 2- nucleare- mar del Giappone- ignoto

La tipica onda che si incontra nelle acque comprese nel Ma.No.Umi è chiamata col termine giapponese “sankaku-nami”, “onda a triangolo”. Si tratta di onde che sembrano dirigersi verso una nave da tre direzioni diverse. Da notare che il Triangolo del Drago si trova in una zona situata a est di una grossa massa continentale, dove lasciano il posto a profondi abissi. E i suoi dintorni sono una delle zone tettonicamente più attive del mondo. Esistono cronache di navi scomparse nel Ma.No.Umi risalenti a più di mille anni – alcuni riferiscono di scomparse risalenti a tremila anni fa -. Durante la seconda guerra mondiale nella zona scomparvero numerose navi belligeranti e quindi tali scomparse non furono ritenute di carattere misterioso. Invece proprio in quelle acque avvenne ciò che in seguito gli studiosi del mistero considereranno inesplicabile: la scomparsa contemporanea di ben 5 navi da guerra giapponesi. Era il 1942, la squadra navale, composta da tre cacciatorpediniere e due piccole portaerei, stavano svolgendo delle manovre quando non si seppe più nulla. Sembravano come volatilizzate. In seguito sia la Marina inglese che quella statunitense affermò che di tale avvenimento non sapeva nulla. Poi verso la fine del conflitto accadde un altro evento alquanto enigmatico, che fu riportato dallo scrittore Rufus Drake in “The Deadly Mystery of Japan’s Bermuda Triangle”. Shiro Kawamoto, comandante di uno stormo di caccia tipo “zero”, affermò che prima dello sbarco americano di Iwo Jima, aveva ricevuto un ultimo messaggio radio dal pilota di un aereo da ricognizione Kawanishi, il quale dopo aver riferito che nello spazio aereo da essi controllato non c’erano aerei americani, comunicò un ultimo messaggio: “Sta accadendo qualcosa nel cielo…si sta aprendo..”. Dopo di che il velivolo da ricognizione spariva per sempre. Successivamente il Triangolo del Drago inghiottirà e farà scomparire nel nulla molte navi, aerei e persone. Di tanto in tanto sono apparsi resoconti di sparizioni sul quotidiano nipponico “Asahi Shimbun” e di riflesso su omologhi quotidiani anglossassoni, filippini e cinesi di Hong Kong. C’è da chiedersi se non ci fu anche sui quotidiani giapponesi una certa censura operata da qualche agenzia governativa segreta nipponica. Oggi, col senno del poi, possiamo dire che qualche azione di cover-up ci fu. Ad ammetterlo pubblicamente è stato, nel 1977, il maggior-generale Hideki Komura, il responsabile dell’Ufficio del Gabinetto di Ricerca ( Nai-Cho); lavoro che oggi verrebe effettuato presso una sezione del MITI, il Ministero del Commercio e dell’Industria giapponese, con sede a Tokyo. Secondo documenti declassificati, sembrerebbe che, dati i vari sommergibili sovietici e almeno un aereo USA con a bordo una bomba atomica siano andati perduti, nel Triangolo del Drago si troverebbero almeno 126 testate nucleari. Che fine hanno fatto? Forse alcuni sono stati recuperati? Il naturalista statunitense Ivan T. Sanderson ha affermato che sulla Terra esisterebbero ben 12 punti del diavolo ad intervalli regolari di 72 gradi lungo tutto il pianeta, posizionati a 36 gradi di latitudine nord e sud, dove misteriosi vortici magnetici di origine sconosciuta farebbero sparire navi ed aerei. Nonostante le varie argomentazioni tecniche e l’instabilità climatica e geologica del territorio inserito nel triangolo del Drago, resta da spiegare la presenza degli altri 11 triangoli del mistero, come quello del più famoso triangolo delle Bermuda. Si può solo sottolineare il fatto che l’insieme dei tragici eventi e delle misteriose sparizioni nei 12 triangoli maledetti sono ben lungi dall’essere esaurientemente e definitivamente spiegati, così come le sparizioni rimangono inspiegate e ispiegabili...**


Fonte: * libriblog.com - **misteriefenomeni.com

link
Alaudae
Alaudae
Moderatore Globale
Moderatore Globale

Utente SuperAttivo Utente SuperAttivo : Utente Superattivo

Messaggio Personale La verità si sottrae all'evidenza
attraverso la sua inverosimilità.

Eraclito, 500 aC
Mio stato d'animo : perplesso

Animale Preferito : Il triangolo delle Bermude. parte1 di 11 Taiu0h
Il mio Sesso : Maschio
Segno Zodiacale : Sagittario Maiale
La mia forza : Il triangolo delle Bermude. parte1 di 11 2vci68j

Messaggi : 14966
Età : 74
Netiquette : Il triangolo delle Bermude. parte1 di 11 WarnFull
Località : Roma
Nazione : Italia
Data d'iscrizione : 26.06.09
Punti : 27042

Torna in alto Andare in basso

Il triangolo delle Bermude. parte1 di 11 Empty Re: Il triangolo delle Bermude. parte1 di 11

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.