Misteri 2012
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Le voci degli spiriti

Andare in basso

curiosità Le voci degli spiriti

Messaggio Da Alaudae Dom 26 Dic - 22:19:16

COSA ACCADE VERAMENTE QUANDO VOCI MISTERIOSE VENGONO REGISTRATE DA APPARECCHIATURE ELETTRONICHE? E' FORSE LA PROVA CHE I MORTI CERCANO DI COMUNICARE CON NOI?



Nel 1993 Maurice Grosse,uno dei piu' noti ricercatori del paranormale,stava tenendo una conferenza sul famoso caso del Poltergeist di Enfield,quando improvvisamente il suo registratore si inceppo'. Chiese che lo aiutassero a capire cosa fosse successo. I colleghi e qualcuno fra il pubblico presente esaminarono a fondo il registratore, e si dichiararono totalmente sconcertati. Il presidente della Societa' per la Ricerca del Paranormale,David Fontana, disse:"La cassetta si e' bloccata da sola,come se sfidasse le leggi della meccanica". Era forse la prova che uno spirito maligno disapprovava la diffusione dei suoni degli spiriti,e manipolava la cassetta in un modo per noi impossibile?

URLA DEGLI SPIRITI.

All'alba del 30 marzo 1995 a Chingle Hall,vicino a Preston,Inghilterra,era in corso una seduta di un gruppo di ricerca . La notte sembrava tranquilla. Il gruppo si trovava nel salone principale. All'improvviso un grido terrificante investi' i sei partecipanti. Uno di loro,Peter Andrews, racconto' poi a Peter Hough,studioso di fenomeni paranormali:"Abbiamo sentito l'urlo di un uomo,un urlo spaventoso,siamo rimasti impietriti!"
Le due donne del gruppo,Lesley e Karen,gridarono di terrore a loro volta"Era come se il suono sfrecciasse attraverso le stanze per arrivare a me- disse Lesley- veniva dal soffitto ed era fortissimo!"
Ripresesi dallo shock,si precipitarono al piano di sotto e perlustrarono il corridoio.L'urlo era stato davvero fortissimo. Un piccolo registratore,di quelli che scattano automaticamente in presenza di un suono,era stato piazzato in una stanza dall'altra parte della casa e aveva chiaramente registarto sia l'urlo, sia la reazione del gruppo. Ma cosa avevano registarto?
Era l'angosciato grido di un morto o una truffa abilmente congegnata? Sono state fatte delle analisi dettagliate,ma i ricercatori devono ancora trovare una risposta.

VOCI DEMONIACHE.

Sembra che voci anomale vengano incise sulle cassette di registrazione senza alcuna spiegazione plausibile. Il 9 settembre 1991 un uomo d'affari di Manchester,Bryan Lynn,ascolto' la sua segreteria telefonica e gli venne la pelle d'oca. Tra messaggi di amici e di clienti,c'era una voce che pareva quella del demonio.
Il nastro fu poi ascoltato e riascoltato,ma non e' stato possibile capire con precisione cosa dicesse quella voce. Furono identificate soltanto le parole "costringimi a usare" e "ti odio". Lynn non conosceva nessuno che potesse fargli uno scherzo simile e l'analisi della cassetta non ha rivelato inizi....


Molti anni prima,voci strane erano state incise su una cassetta nella quale era registrato il canto di un uccellino.E proprio qui' ha avuto inizio un nuovo caso controverso nella ricerca paranormale.
A effettuare la registrazione era stato il produttore cinematografico svedese Friedrich Jurgenson,nel 1959. Le voci commentavano i suoni emessi dall'uccellino,ma in quel momento nessuno era presente.
Jurgenson si domando' se la sua attrezzature non avesse captato accidentalmente un segnale radio. Poi fece alcuni esperimenti e scopri' altre voci che si rivolgevano a lui personalmente dicendo di essere spiriti di amici e parenti morti.Nel 1964 Juergenson pubblico' i risultati del suo lavoro in un libro intitolato "VOCI DALL'UNIVERSO".
Cio' spinse gli scienziati a sottoporre le affermazioni di Jurgenson a nuovi test.

GLI SPECIALISTI.

Alcuni specialisti si riunirono per studiare la possibilita' di registrare le voci dei morti:lo psicologo tedesco Hans Bender dell'Universita' di Friburgo; Konstantin Raudive,ex docente dell'Universita' di Uppsala e di Riga; Alex Schneider,docente di fisica ; Theodor Rudolf,specialista in ingegneria elettronica.
Gli specialisti registrarono oltre 100.000 voci che profferivano frasi e parole,molte delle quali difficili da interpretare,Bender commento' nel suo rapporto:" Da un ampio esame,realizzato con il migliore equipaggiamento tecnico disponibile nel maggio del 1970,risulta che l'origine del fenomeno delle voci sia paranormale."
Il libro di Raudive, "LA SVOLTA" richiamo' l'attenzione dell'editore inglese Colin Smythe,che intendeva acquistarne i diritti. Ma Smythe, voleva anche la prova che il fenomeno della voce elettronica (in sigla EVP) fosse vero.
Seguendo le istruzioni di Raudive,riusci' a registrare una voce che il suo collega Peter Bander riconobbe come quella della sua defunta moglie.
Il quotidiano "DAILY MIRROR" sponsorizzo' alcuni test che furono poi esaminati da scienziati non di parte.
Per precauzione,gli ingegneri elettronici Ray Prickett e Keith Attwood,della PVE LIMITED,vollero controllare che non ci fossero segnali casuali su nessuna delle 4 cassette usate nell'esperimento.
In generale le voci parlavano lingue diverse ed erano appena percettibili,alcune pero' erano abbastanza chiare.
Tra queste ce n'era qualcuna che sembrava rivolgersi a persone presenti nella stanza.
La cosa era intrigante a dir poco.
Nell'ottobre 1977,un ricco inventore americano di nome George Meek,annuncio' di essere giunto a una svolta clamorosa nelle comunicazioni con gli spiriti: aveva messo a punto la transcomunicazione strumentale,ovvero la comunicazipne radio a due vie con i morti.
George Meek e la sua squadra avevano progettato e costruito una macchina che utilizzava complessi elettronici per raggruppare piccoli fasci di frequenze radio in corrispondenza di un unico segnale generato.
Secondo Meek,era probabile che uno spirito usasse una o piu' frequenze e potesse cosi' registrare un messaggio sul rumore si sottofondo. Tuttavia il buon funzionamento dell'apparecchiatura sembrava dipendere dalle abilita' paranormali di Bill O'Neil,assistente di Meek. O'Neil registro' molte conversazioni,specialmente tra due spiriti, conosciuti come "Doc Nick" e "dottor Mueller".
Alcune registrazioni sono davvero molto chiare,nonostante il dottor Mueller parlasse con una voce sintetizzata elettronicamente.I critici si appigliarono subito a questo particolare e accusarono O'Neil di aver contraffatto la voce per mezzo di una laringe artificiale.
Ma Will Cerney,che aveva aiutato Meek nei suoi progetti originali,tento' in piu' modi di duplicare la voce,senza mai riuscirvi.Un'analisi del tracciato fonetico dimostro' che le voci erano differenti: O'Neil non stava conversando con se stesso. Il dottor Mueller diede anche qualche suggerimento su come perfezionare l'apparecchio per avere migliori risultati.Meek realizzo' il progetto,lo chiamo' Spiricom, e offri' copie dei piani di Mueller a chiunque volesse ripetere il suo esperimento. Il guadagno non lo interessava; lo faceva solo perche' era convinto che ,se si fosse riusciti a dimostrare l'esistenza di una vita oltre la morte,la gente avrebbe cambiato atteggiamento verso gli altri.

Cosi' l'ingegnere tedesco Hans Otto Koenig provo' a ripetere l'esperimento. Fece una dimostrazione del congegno a Radio Lussemburgo,e in pochi secondi una voce sconosciuta disse:"Otto Koenig comunica via radio coi morti". Il presentatore della trasmissione e gli ingegneri dello studio controllarono : non c'erano trucchi.
Due specialisti inglesi in EVP,Raymond Cass e Alex MacRae,rimasero molto colpiti dal progetto Spiricom, anche se MacRae aveva qualche riserva: si domandava come mai tutti gli spiriti che entravano in comunicazione fossero di nazionalita' statunitense e perche' tutti si esprimessero in termini moderni.
Gli ambienti scientifici erano increduli e la stampa ostile: entrambi sostenevano che il progetto Spiricom non era mai stato oggetto di uno studio serio e obiettivo. Alla fine ,il dottor Mueller,autentico protagonista delle comunicazioni del progetto Spiricom passo' a un piano di sviluppo piu' elevato. Una serie di incidenti personali,come un incendio nel laboratorio di O'Neil ,tolse ogni slancio al progetto.
Ma, prima di scomparire,Mueller aveva predetto che il passo successivo sarebbe stato la comunicazione attraverso la televisione.

RIFLETTORI SUI MORTI.

Nel 1985,un appassionato di elettronica di nome Klaus Schreiber annuncio' un congegno chiamato VIDICOM.
Il VIDICOM,sviluppato sulle basi del progetto originale Spiricom di George Meek,consisteva in un televisore adattato - non collegato a nessuna antenna - davanti alla quale c'era una telecamera.
immagini fugaci di amici e parenti morti di Schreiber venivano in qualche modo registrate. Da allora,le ricerche compiute per stabilire un contatto coi defunti sembrano svilupparsi adeguandosi alle conquiste tecnologiche.
Una curiosita': Schreiber pote' vedere la figlia morta, Katrin, sintonizzando il televisore su un canale poco utilizzato e usando dispositivi elettronici di retroazione.
http://oltreilmistero.forumup.it/ntopic185-oltreilmistero.html
Alaudae
Alaudae
Moderatore Globale
Moderatore Globale

Utente SuperAttivo Utente SuperAttivo : Utente Superattivo

Messaggio Personale La verità si sottrae all'evidenza
attraverso la sua inverosimilità.

Eraclito, 500 aC
Mio stato d'animo : perplesso

Animale Preferito : Le voci degli spiriti Taiu0h
Il mio Sesso : Maschio
Segno Zodiacale : Sagittario Maiale
La mia forza : Le voci degli spiriti 2vci68j

Messaggi : 14966
Età : 75
Netiquette : Le voci degli spiriti WarnFull
Località : Roma
Nazione : Italia
Data d'iscrizione : 26.06.09
Punti : 27105

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.