Misteri 2012
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Tempeste solari; 11 anni di super attività solare. Siamo pronti per questo tsunami?

3 partecipanti

Andare in basso

investiga Tempeste solari; 11 anni di super attività solare. Siamo pronti per questo tsunami?

Messaggio Da Alaudae Lun 8 Ott - 20:10:39

Tempeste solari; 11 anni di super attività solare. Siamo pronti per questo tsunami? Sole-terra

LONDRA – Si sarà forse riferita ad una tempesta solare la profezia catastrofista dei Maya per il 2012? Difficile dirsi. Verò è che l’attività del sole nel 2012 sembra essere più intensa del solito e si farà sentire con le “tempeste solari”. E visto che una tempesta solare di potenza eccezionale, come per i terremoti dovrebbe essere il ‘Big One’ atteso in California e’ impossibile da prevedere, proprio come e’ impossibile con i sismi e la loro entita’, un gruppo britannico del Rutherford Appleton Laboratory, ha proposto su ‘Nature’ di costruire una banca dati storica dell’attivita’ solare per avere dati statistici significativi, come si fa con i terremoti; tutto cio’ all’ inizio di un ciclo di 11 anni di ‘super-attivita” che sarebbe già iniziata quest’anno.

Tempeste solari; 11 anni di super attività solare. Siamo pronti per questo tsunami? Sole_aurora-300x200

2013: IL PICCO DELL’ATTIVITA’ SOLARE
Così come c’è una stagione degli uragani nei Caraibi e negli Stati Uniti, c’è una stagione delle tempeste solari, associato con il ciclo economico del nostro sole. Ci si aspetta che il picco sarà nel 2013 secondo le previsioni degli astronomi. Dopo tre anni (2006-2008) di transizione molto tranquilla l’attività solare aumenta lentamente ma inesorabilmente il suo potere, come dimostrano i segnali registrati negli ultimi mesi.

COSA E’ UNA TEMPESTA SOLARE?
Una tempesta solare (detta anche tempesta geomagnetica) è un disturbo della magnetosfera terrestre, di carattere temporaneo, causato dall’attività solare. Durante una tempesta solare il Sole produce forti emissioni di materia dalla sua corona che generano un forte vento solare, le cui particelle ad alta energia vanno ad impattare il campo magnetico terrestre dalle 24 alle 36 ore successive all’emissione.
Ciò accade soltanto qualora le particelle del vento solare viaggino in direzione della Terra. La pressione del vento solare cambia in funzione dell’attività solare e tali cambiamenti modificano le correnti elettriche presenti nella ionosfera. Le tempeste magnetiche generalmente durano dalle 24 alle 48 ore, anche se alcune possono durare per diversi giorni.
Nel 1989, una tempesta elettromagnetica si verificò sui cieli del Québec[1], causando un’aurora boreale visibile fino in Texas.

STUDI DELLA NASA E SCENARI APOCALITTICI
Una recente relazione (dossier di 145 pagine) eseguita per la NASA e l’ESA dalla US National Academy of Science (Accademia Nazionale di Scienze USA) sembra in sintonia con la sempre più apocalittica previsione per il 2012. Una catastrofica tempesta solare è prevista nel corso dell’anno 2012 e metterebbe a repentaglio quasi tutti i sistemi viventi sulla Terra. E le conseguenze dell’allarmante scenario dipinto dalla Nasa per il 2012 minacciano, in realtà, anche la vita quotidiana di tutti e, addirittura, la sicurezza nazionale di qualsiasi paese dotato anche di un minimo sistema di telecomunicazioni: fra tre anni, infatti, potrebbe ripetersi l’intensa tempesta solare che nel 1859 “spense” completamente le tecnologie di comunicazione negli Stati Uniti e in Europa.
E’ la prima volta che alcuni scienziati della NASA cominciano a credere alle Profezie dei Maya e degli Hopi. Questi popoli avrebbero predetto che la fine della Quinta Era (quella attuale) o l’Era del Quinto Sole sarebbe terminata con una grande tragedia cosmica. E infatti come detto la NASA ha pubblicato tramite l’Accademia Nazionale delle Scienze, un dossier preoccupante che noi pubblichiamo di seguito. In questo dossier si parla esplicitamente dei rischi potenziali per una serie di eventi catastrofici che avverranno entro il 2012. Questi eventi verranno caratterizzati da bombardamenti di vere e proprie tempeste solari e di sciami meteoritici.

Ecco i perché delle basi sotterranee e della raccolta di sementi che vengono conservate presso l’Isola di Svalbard, nessuno ci aveva pensato? Il tunnel costruito alle Svalbard è situato a metà strada tra la Norvegia e il Polo Nord, ha la capacità di contenere 4,5 milioni di diversi campioni di sementi. Dal momento che ogni campione contiene in media 500 semi, circa 2,25 miliardi di semi possono essere contenuti. Esse si trovano nella regione artica di stoccaggio nel caso di un futuro disastro che potrebbe eliminare le colture alimentari. La posizione è stata accuratamente scelta per prestare la massima protezione per i semi. I sotterranei sono stati costruiti in un lungo tunnel di 120 metri all’interno di una montagna, a circa 130 metri sopra il livello del mare, e del permafrost che è la roccia che fa da spessore in modo che i campioni restano congelati, anche senza elettricità.
Nel 2012 minaccia di ripetersi il potente fenomeno magnetico che nel 1859 mandò in tilt le telecomunicazioni: dall’elettricità al telefono ai sistemi di sicurezza, sono a rischio blackout tutti i servizi essenziali.

Ma se 150 anni fa ad andare in tilt furono “soltanto” le reti del telegrafo, in un mondo in cui le telecomunicazioni sono base fondante di innumerevoli attività, “una replica attuale di quell’evento potrebbe causare una devastazione economica e sociale significativamente più ampia e potenzialmente catastrofica”, affermano i ricercatori dell’Accademia nazionale delle scienze, che hanno condotto lo studio commissionato dall’ente spaziale americano.

La colpa è della cosiddetta “fase attiva”, che il Sole attraversa ogni 11 anni: durante questo particolare periodo, la nostra stella può generare tempeste magnetiche più o meno potenti, capaci, a seconda della minore o maggior intensità, di mettere fuori uso i satelliti, di minacciare la sicurezza degli astronauti o addirittura, in casi eccezionali come quello previsto per il 2012, di distruggere i sistemi di telecomunicazione e quelli di distribuzione dell’energia. Quando uno di questi sistemi salta, le conseguenze a cascata sono rapide e gravi: “L’impatto della tempesta potrebbe ricadere su strutture interconnesse, con effetti devastanti: la distribuzione dell’acqua potabile in tilt in poche ore, cibi e medicine deperibili persi nel giro di 12-24 ore, interruzione immediata o potenziale del riscaldamento o del condizionamento dell’aria, dello smaltimento delle acque nere, dei servizi telefonici, dei trasporti, dei rifornimenti di carburante e così via”, prevede la Nasa.

Ma quel che è peggio, scrive l’équipe diretta da Daniel Baker, direttore del Laboratorio di fisica atmosferica e spaziale dell’Università del Colorado, è che “i servizi d’emergenza potrebbero essere interrotti e il controllo sul paese completamente perso”: l’unico modo di evitare che questo avvenga è cercare di arrivare preparati all’appuntamento con questa “Katrina spaziale”, studiando in modo ancor più approfondito le tempeste magnetiche e intervenendo per rafforzare le difese delle tecnologie più delicate. “Un fallimento catastrofico delle infrastrutture commerciali e governative, nello spazio e sulla Terra, può essere mitigato incrementando la preparazione della gente su questi temi, rafforzando le strutture vulnerabili e sviluppando sistemi avanzati pre la previsione delle tempeste”, conclude la ricerca, “Senza azioni o piani di prevenzione, l’accresciuta dipendenza da tecnologie avanzate, ma sensibili ai fenomeni spaziali potrebbe rendere la nostra società molto vulnerabile in futuro”.



Un onda di plasma solare sta investendo la Terra in queste ore

9 ottobre 2012 – La sonda spaziale ACE ha rilevato un improvviso incremento del flusso del vento solare oltre 400 km / s verso le ore 04:30 UTC.L’onda di plasma che ha impattato con il campo magnetico terrestre e’ stata registrata dal magnetometro che si trova a Boulder, in Colorado alle ore 05:15 UTC,scatenando una moderata tempesta geomagnetica,tuttora ancora in corso.Osservatori celesti posizionati ad alte latitudini hanno potuto osservare intense e brillanti aurore boreali che hanno avvolto le regioni polari.
Un allerta geomagnetica di livello G2 e’ stata emessa indice k-6,evento che potrebbe innescare potenziali fluttuazioni della rete elettriche ad alte latitudini,irregolarita’ e malfunzionamenti per i satelliti in orbita geostazionaria,alterazioni della propagazione radio sulle HF,Aurore boreali potranno essere osservate fino allo stato di New York e Washington,quindi a latitudini relativamente basse,restate sintonizzati per aggiornamenti…


redazione.segnidalcielo@gmail.com
Alaudae
Alaudae
Moderatore Globale
Moderatore Globale

Utente SuperAttivo Utente SuperAttivo : Utente Superattivo

Messaggio Personale La verità si sottrae all'evidenza
attraverso la sua inverosimilità.

Eraclito, 500 aC
Mio stato d'animo : perplesso

Animale Preferito : Tempeste solari; 11 anni di super attività solare. Siamo pronti per questo tsunami? Taiu0h
Il mio Sesso : Maschio
Segno Zodiacale : Sagittario Maiale
La mia forza : Tempeste solari; 11 anni di super attività solare. Siamo pronti per questo tsunami? 2vci68j

Messaggi : 14966
Età : 75
Netiquette : Tempeste solari; 11 anni di super attività solare. Siamo pronti per questo tsunami? WarnFull
Località : Roma
Nazione : Italia
Data d'iscrizione : 26.06.09
Punti : 27103

Torna in alto Andare in basso

investiga intensa e prolungata tempesta geomagnetica in corso

Messaggio Da Alaudae Mar 9 Ott - 15:18:12

Tempeste solari; 11 anni di super attività solare. Siamo pronti per questo tsunami? Canada_strip

9 OTTOBRE 2012

E’ da almeno 24 ore che il campo magnetico terrestre sta fluttuando a seguito di un onda d’urto solare provocata da multiple espulsioni di massa coronale.Aurore boreali sono stare avvistate a basse latitudini in molti stati degli Usa e perfino in Scozia.La bolla di plasma che ha impattato con il nostro pianeta ieri, ha compresso in modo considerevole la magnetosfera terrestre fino a raggiungere le orbite dei satelliti geostazionari.L’indice geomagnetico rimane di livello k6,e la tempesta geomagnetica in corso di livello G2.Tale situazione puo’ influire su fluttuazioni della rete elettriche ad alte latitudini,irregolarita’ e malfunzionamenti per i satelliti in orbita geostazionaria,alterazioni della propagazione radio sulle HF.State sintonizzati…

fonti – http://www.solarham.nethttp://www.spaceweather.com

Redatto da Pjmanc: http://ilfattaccio.org
Alaudae
Alaudae
Moderatore Globale
Moderatore Globale

Utente SuperAttivo Utente SuperAttivo : Utente Superattivo

Messaggio Personale La verità si sottrae all'evidenza
attraverso la sua inverosimilità.

Eraclito, 500 aC
Mio stato d'animo : perplesso

Animale Preferito : Tempeste solari; 11 anni di super attività solare. Siamo pronti per questo tsunami? Taiu0h
Il mio Sesso : Maschio
Segno Zodiacale : Sagittario Maiale
La mia forza : Tempeste solari; 11 anni di super attività solare. Siamo pronti per questo tsunami? 2vci68j

Messaggi : 14966
Età : 75
Netiquette : Tempeste solari; 11 anni di super attività solare. Siamo pronti per questo tsunami? WarnFull
Località : Roma
Nazione : Italia
Data d'iscrizione : 26.06.09
Punti : 27103

Torna in alto Andare in basso

investiga Re: Tempeste solari; 11 anni di super attività solare. Siamo pronti per questo tsunami?

Messaggio Da Ivrelia Mar 9 Ott - 21:48:18

Questo è lo scenario apocalittico che mi inquieta di più.
Ivrelia
Ivrelia
Partecipante Novizio
Partecipante Novizio

Utente SuperAttivo Utente SuperAttivo : Tempeste solari; 11 anni di super attività solare. Siamo pronti per questo tsunami? Useron10

Messaggio Personale Gli antichi Dei, comuni ad ogni religione, erano un "simpatico e gioioso" gruppo di alieni
Mio stato d'animo : arrabbiato

Animale Preferito : Tempeste solari; 11 anni di super attività solare. Siamo pronti per questo tsunami? 13yfnmo
Il mio Sesso : Femmina
Segno Zodiacale : Bilancia Ratto
La mia forza : Tempeste solari; 11 anni di super attività solare. Siamo pronti per questo tsunami? 9jzkfa

Messaggi : 17
Età : 38
Netiquette : Tempeste solari; 11 anni di super attività solare. Siamo pronti per questo tsunami? WarnFull
Località : Roma
Nazione : Italia
Data d'iscrizione : 04.10.12
Punti : 3786

Torna in alto Andare in basso

investiga Re: Tempeste solari; 11 anni di super attività solare. Siamo pronti per questo tsunami?

Messaggio Da Arconte Segugio Mer 10 Ott - 6:52:46

C'è poco da stare sintonizzati con le tempeste elettromagnetiche, Tempeste solari; 11 anni di super attività solare. Siamo pronti per questo tsunami? 682476
Arconte Segugio
Arconte Segugio
Staff misteri
Staff misteri

Utente SuperAttivo Utente SuperAttivo : Superattivo

Messaggio Personale sarà così... PERCHE' QUESTO E' IL MIO VOLERE!
Mio stato d'animo : felice

Animale Preferito : Tempeste solari; 11 anni di super attività solare. Siamo pronti per questo tsunami? Chicken-32x32
Il mio Sesso : Maschio
La mia forza : Tempeste solari; 11 anni di super attività solare. Siamo pronti per questo tsunami? 2vci68j

Messaggi : 1310
Netiquette : Tempeste solari; 11 anni di super attività solare. Siamo pronti per questo tsunami? WarnFull
Nazione : Italia
Data d'iscrizione : 18.11.11
Punti : 5608

Torna in alto Andare in basso

investiga Aumento dell'attivita' solare, continua la tempesta geomagnetica!

Messaggio Da Alaudae Mer 10 Ott - 17:24:44

10 ottobre 2012 - Una scoppiettante regione solare situata sul versante nascosto del sole sta per emergere dal lembo sud orientale,e fa prevedere un aumento dell'attivita' solare per i prossimi giorni.

Tempeste solari; 11 anni di super attività solare. Siamo pronti per questo tsunami? 456131_410214999043818_401296144_o

Per il terzo giorno consecutivo una tempesta geomagnetica sta avvolgendo il pianeta intorno alle regioni polari,aurore boreali sono state avvistate fino in Utah, Colorado, Kansas e Nebraska.Il NOOA prevede una possibilita' del 40 % di forte tempeste geomagnetiche per le prossime 24 ore.Restate sintonizzati...

Tempeste solari; 11 anni di super attività solare. Siamo pronti per questo tsunami? Melnyk2

[url=http://www.spaceweather.com/ http://www.solarham.net/]link[/url]
link
Alaudae
Alaudae
Moderatore Globale
Moderatore Globale

Utente SuperAttivo Utente SuperAttivo : Utente Superattivo

Messaggio Personale La verità si sottrae all'evidenza
attraverso la sua inverosimilità.

Eraclito, 500 aC
Mio stato d'animo : perplesso

Animale Preferito : Tempeste solari; 11 anni di super attività solare. Siamo pronti per questo tsunami? Taiu0h
Il mio Sesso : Maschio
Segno Zodiacale : Sagittario Maiale
La mia forza : Tempeste solari; 11 anni di super attività solare. Siamo pronti per questo tsunami? 2vci68j

Messaggi : 14966
Età : 75
Netiquette : Tempeste solari; 11 anni di super attività solare. Siamo pronti per questo tsunami? WarnFull
Località : Roma
Nazione : Italia
Data d'iscrizione : 26.06.09
Punti : 27103

Torna in alto Andare in basso

investiga In arrivo la Cometa Pan STARRS

Messaggio Da Alaudae Mer 10 Ott - 20:15:04

Tempeste solari; 11 anni di super attività solare. Siamo pronti per questo tsunami? C_2011-panstaars

La’animazione mostra la cometa mentre si muove sullo sfondo delle stelle. Le immagini sono state prese dal Telescopio Pan-STAARS 1 nella notte tra il 5 e il 6 giugno 2011. L’ora di Hawaii rispetto al tempo universale di Greenwich è di 10 ore in meno. Crediti: Henry Hsieh, PS1SC.

Ricercatori dell’Università delle Hawaii a Manoa hanno scoperto una nuova cometa che ci si aspetta sarà visibile ad occhio nudo nei primi mesi del 2013.

Originariamente trovata dal telescopio Pan-STARRS 1 a Haleakala, Maui, nella notte tra il 5 e il 6 giugno 2012 venne confermata essere una cometa dall’astronomo Richard Wainscoat e dallo studente laureato Marco Micheli la notte successiva utilizzando il Canada-France-Hawaii Telescope a Mauna Kea.

Un’orbita preliminare calcolata dal Minor Planet Center a Cambridge, Mass. mostra che la cometa si avvicinerà fino a circa 50 milioni di chilometri dal Sole all’inizio del 2013, distanza che è pari a quella di Mercurio dal Sole. Non ci sarà alcun pericolo per la Terra.

Wainscoat ha affermato che “la cometa ha un’orbita che è vicina a quella parabolica, il che significa che questa sarà la prima volta che la cometa si avvicina al Sole e forse non farà più ritorno”. La cometa ora si trova a circa 1,2 milardi di chilometri di distanza dalla Terra, ossia al di là del’orbita di Giove. Al momento è ancora troppo debole per essere osservata senza un telescopio con un rivelatore elettronico molto sensibile.

Ci si aspetta che la cometa sarà più luminosa tra febbraio e marzo 2013, quando avrà il suo massimo avvicinamento al Sole. Allo stesso tempo, la cometa dovrebbe essere visibile bassa sull’orizzonte nel cielo occidentale dopo il tramonto, ma il cielo luminoso del crepuscolo potrebbe rendere invisibile la sua presenza.

Nel corso dei prossimi mesi i ricercatori continueranno a studiare la cometa; ciò permetterà una migliore previsione di quanto brillante essa dovrebbe essere, almeno in prima approssimazione.

Tempeste solari; 11 anni di super attività solare. Siamo pronti per questo tsunami? Panstaars_comet

La Cometa Pan-STARRS il 4 settembre 2012 osservata da Puerto Rico. Crediti: Efrain Morales / Jaicoa Observatory.

Wainscoat e il suo collega Henry Hsieh sono cauti su questo, dato che predire la luminosità delle comete è notoriamente difficile, dopo che numerose comete passate non sono riuscite a raggiungere la luminosità pevista.

Fare previsioni di luminosità per le nuove comete è difficile in quanto i ricercatori non conoscono la quantità di ghiaccio contenuta nel nucleo della cometa. Dato che la sublimazione del ghiaccio, ossia il passaggio dallo stato solido a quello aeriforme, è la sorgente di attività di una cometa e il maggior contributo alla luminosità complessiva finale, questo significa che le previsioni di luminosità più accurate non saranno possibili fino a quando la cometa diventerà più attiva con l’avvicinarsi al Sole. I ricercatori avranno una migliore idea della quantità di ghiaccio solo in quel momento.

La cometa, è stata denominata C/2011 L4 (PANSTAARS), dove C/ rappresenta le comete a lunghissimo periodo o non periodiche (LP e/o Non-Periodiche); 2011 è l’anno della scoperta; la successiva lettera (compresa tra A e Y) indica in quale quindicina di giorni è avvenuta la scoperta della cometa. Ogni mese, infatti, è diviso in due parti, dall’1 al 15 e dal 15 al 30 o 31 (febbraio ovviamente fino al 28 o 29 se bisestile).
In generale:
A = dall’1 al 15 gennaio, B = dal 16 al 31 gennaio
C = dall’1 al 15 febbraio, D = dal 15 al 28 (o 29 se bisestile)

Y = dal 16 al 31 dicembre.

Questo significa che la cometa C/2011 L4 è stata scoperta nell’ultima quindicina di giorni di giugno 2011. L’ultimo numero rappresenta l’ordine di scoperta in quella quindicina. Alla prima scoperta ovviamente si attribuisce 1, alla seconda il 2 e così via. Nel nostro caso, la cometa è la quarta ad essere stata scoperta in quel periodo. E’ un numero sicuramente alto, dato che di solito quasi tutte le comete hanno un numero pari a 1.

Oltre alla sigla composta dalle diverse lettere e cifre appena elencate viene per consuetudine aggiunto il/i nome/i degli scopritori del corpo. Nel caso di comete molto importanti e appariscenti note anche ai non addetti ai lavori basta indicare solamente il nome come Hale-Bopp, Halley, Hyakutake, ecc. Nel caso di questa cometa ,dato che un numeroso gruppo di ricercatori tra cui osservativi e ricercatori teorici hanno partecipato alla scoperta, la cometa prende il nome dal Telescopio.

C/2011 L4 (PANSTAARS) molto probabilmente ha origine dalla Nube di Oort, un grande serbatoio di nuclei cometari che si trova a grandi distanze dal Sole. Si presume che la Nube si possa estendere fino a 60 000 – 100 000 UA dove 1 UA è la distanza media Terra-Sole. Ciò significa che, se noi compissimo un passo per andare dal Sole alla Terra, ne dovremmo compiere ben 60 000-100 000 per arrivare agli estremi confini della Nube di Oort. Probabilmente il nucleo di questa cometa è stato disturbato gravitazionalmente da una stella lontana appartenente alla nostra Galassia, mentre il Sole si muoveva lungo la sua orbita. E’ ben noto infatti che nessun oggetto della nostra Galassia sta fermo e anche il nostro Sistema Solare, di cui la Nube di Oort fa parte e ne rappresenta la sua parte più esterna, si muove attorno al centro della Galassia con un periodo di circa 240 milioni di anni.

Le comete come C/2011 L4 (PANSTARRS) offrono agli astronomi una rara opportunità di guardare il materiale incontaminato rimasto dalla prima formazione del Sistema Solare.

La cometa è stata trovata durante la ricerca in cielo di asteroidi potenzialmente pericolosi, ossia quegli asteroidi che, un giorno, potrebbero colpire la Terra. Il Software engineer Larry Denneau, con l’aiuto di Wainscoat e e degli astronomi Robert Jedicke, Mikael Granvik e Tommy Grav, hanno progettato un software in grado di cercare ogni immagine presa dal Telescopio Pan-Starrs 1 dove vi siano oggetti in movimento. Denneau, Hsieh e l’astronomo Jan Kleyna hanno scritto anche altri software che consentono di cercare gli oggetti in movimento per l’apparizione della coda della cometa. La cometa è stata identificata da questo software automatizzato.

Il Telescopio Pan-Starrs 1 ha uno specchio di 1,8 metri di diametro ed è la più grande fotocamera digitale del mondo (1,4 miliardi di pixel). Ogni immagine ha quasi 3 gigabyte di dimensioni e la fotocamera scatta una immagine ogni 45 secondi circa. Ogni notte, il telescopio fotografa più di 1.000 gradi quadrati di cielo notturno.

Fonte

Institute for Astronomy – University of Hawaii – Pan-STARRS Telescope Finds New Distant Comet – http://www.ifa.hawaii.edu/info/press-releases/PS1CometJune2011/

Universe Today: New Comet Approaching! – http://www.universetoday.com/86984/new-comet-approaching/

Universe Today: Comet Pan-STARRS: How Bright Will it Get? -http://www.universetoday.com/97208/comet-pan-starrs-how-bright-will-it-get/

Sabrina
link
Alaudae
Alaudae
Moderatore Globale
Moderatore Globale

Utente SuperAttivo Utente SuperAttivo : Utente Superattivo

Messaggio Personale La verità si sottrae all'evidenza
attraverso la sua inverosimilità.

Eraclito, 500 aC
Mio stato d'animo : perplesso

Animale Preferito : Tempeste solari; 11 anni di super attività solare. Siamo pronti per questo tsunami? Taiu0h
Il mio Sesso : Maschio
Segno Zodiacale : Sagittario Maiale
La mia forza : Tempeste solari; 11 anni di super attività solare. Siamo pronti per questo tsunami? 2vci68j

Messaggi : 14966
Età : 75
Netiquette : Tempeste solari; 11 anni di super attività solare. Siamo pronti per questo tsunami? WarnFull
Località : Roma
Nazione : Italia
Data d'iscrizione : 26.06.09
Punti : 27103

Torna in alto Andare in basso

investiga Re: Tempeste solari; 11 anni di super attività solare. Siamo pronti per questo tsunami?

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.